colore e luminosità con gimp

Colore: regolare luminosità, contrasto e saturazione

Abbiamo imparato a scoprire GIMPun programma per la creazione e modifica delle nostre immagini digitali: grazie a questo programma, esattamente come avviene con Photoshop si possono realizzare loghi e altre operazioni di fotoritocco svolte al fine di migliorare i nostri scatti, andando ad lavorare su determinati valori e comandi. Tra questi vi è l’importante capitolo legato al colore, perché una buona fotografia, per poter davvero essere considerata tale, ha un istogramma perfetto, un buon bilanciamento del bianco e un contrasto ben equilibrato.

LUMINOSITA’ E CONTRASTO

fotoritocco

La luminosità è infatti un aspetto molto importante, e cammina di pari passo con il contrasto: non a caso aprendo la nostra foto con Gimp noteremo che nel menu a tendina queste due voci vengono addirittura unite. Bisogna specificare che non vi sono in fotografia parametri assoluti per stabilire quale sia il corretto uso di tali impostazioni, tutto dipende dai vostri gusti, dalla propria creatività e soprattutto dalla nostra immagine base. L’unica cosa da tenere bene a mente è solo una: divertitevi e osa, ma non superate mai la linea, poiché il rischio è quello di ottenere una foto artefatta.

  • Luminosità: in questo caso andremo a schiarire o scurire la foto. Fate attenzione, poiché se tendete a puntare troppo verso un colore chiaro il nero diventerà grigio scuro, mentre se andate ad abbassarla troppo vedere il bianco diventare grigio. Solitamente è consigliabile lavorare entro il +/- 10 di intensità e valutare man mano, con l’anteprima quanto possiate spingervi oltre.
  • Contrasto: cammina di pari passo con la nitidezza. Il rapporto è molto semplice: maggiore è il contrasto e maggiore sarà la differenza tra toni chiari e toni scuri. Se avete di fronte a voi una foto realizzata in modalità manuale con una reflex allora bisogna solitamente puntare su un +10 di contrasto.

LA SATURAZIONE

fotoritocco con gimp

In fotografia la saturazione è l’intensità di una data tonalità: modificando il paramentro andremo quindi a determinare l’intensità delle varie tonalità che caratterizzano e compongono la nostra foto. Quando si va ad aumentare il valore della saturazione tutti i colori dell’immagine prendono magicamente vita, si accendono e diventano estremamente caldi e brillanti. Se però tendiamo a saturare troppo una foto otterremo uno scatto finto, poco realistico.

Il parametro della saturazione può essere variato da un +20 a +30 senza rischiare di eccedere troppo con il risultato finale: si tratta infatti di una tipologia di valore che è molto meno sensibile rispetto al contrasto e alla luminosità.

Condividi questo articolo