come fotografare un arcobaleno2

Come fotografare un arcobaleno?

Anche se non sono difficili da spiegare scientificamente, gli arcobaleni sembrano sempre pieni di magia e mistero. Catturare un arcobaleno con la macchina fotografica, però, ha molto a che fare con la fortuna. Ma se sei pronto, puoi fotografare la loro bellezza temporanea in un modo che li renda ancor più belli e vividi.

Fotografare un arcobaleno: attrezzatura fotografica

Ricorda di avere, in primis, una borsa della tua macchina fotografica con le seguenti forniture disponibili in modo da poterlo catturare rapidamente la prossima volta che ti trovi in condizioni favorevoli all’evento:

  • Un filtro polarizzante per ottenere colori più saturi
  • Un robusto treppiedi per condizioni di scarsa illuminazione e compensazione del filtro polarizzatore
  • Un obiettivo grandangolare per fotografare l’intero arcobaleno
  • Un obiettivo teleobiettivo per zoommare piccole parti dell’arcobaleno
  • Un ombrello o un telo impermeabile per mantenere la fotocamera al sicuro dalla pioggia.

Fotografare un arcobaleno: le tecniche

come fotografare un arcobalenoGli arcobaleni, nella maggior parte delle volte, compaiono quando il sole è basso all’orizzonte e tendono ad apparire più vividi quando lo hanno alle spalle. Ovviamente, per prima cosa, dovrai trovare un arcobaleno da fotografare; questa è la parte più ovvia ma anche forse più difficile del processo. La loro presenza dipenderà dalle condizioni atmosferiche o dalle circostanze del luogo, per cui dovrai essere particolarmente attento all’arcobaleno quando avrai due elementi presenti: goccioline d’acqua e/o vapore acqueo e luce solare luminosa. Di conseguenza sono comuni quando vi è un atto un temporale (ma anche prima e dopo!)  e nei pressi di cascate, fontane, irrigatori e tanto altro.

Poiché gli arcobaleni non sono oggetti solidi uno dei segreti principali per fotografarli è quello di catturarli davanti ad uno sfondo che consente loro di distinguersi il più possibile. Di regola è meglio avere uno sfondo che sia sconnesso e, se possibile, uno che ha colori più scuri (nuvole scure, montagne ed altro). Purtroppo però, non è sempre possibile trovare lo sfondo ideale, quindi potrai cambiare l’angolo di cattura o concentrarti solo su una parte dell’arcobaleno.

Come posizionare l’arcobaleno (e il resto del paesaggio) nel tuo scatto è importante; regole come la regola dei terzi potrebbero essere utili quando si pensa ai punti focali e vogliono attirare l’attenzione su determinati punti importanti presenti nella foto. Il punto in cui un arcobaleno colpisce il terreno/orizzonte è un punto importante in qualsiasi fotografia che vuole ritrarlo; questo è un punto di interesse naturale, quindi scatta in modo tale che sia in linea con un altro oggetto nella scena.

E tu, hai mai fotografato un arcobaleno?

Condividi questo articolo