Cos’è la fotografia minimalista?

La fotografia è diventata una passione sempre più diffusa grazie anche agli smartphone, che consentono di immortalare praticamente qualsiasi azione quotidiana. La maggior parte dei fotografi, professionisti, principianti o semplicemente amatoriali, mirano a sorprendere il pubblico puntando soprattutto sul sensazionalismo, sulla straordinarietà dello scatto stesso. Tutto ciò si traduce paradossalmente in una banalizzazione della foto, poiché la ricerca ossessiva dello straordinario rende lo scatto piatto e soprattutto privo di contenuti. E se si provasse ad invertire il punto di vista? Per realizzare una foto originale non bisogna cercare necessariamente qualcosa di straordinario, ma è sufficiente puntare sulla cura e sulla valorizzazione dei dettagli. Per saperne di più scopriamo cos’è la fotografia minimalista.

Cos’è la fotografia minimalista: la straordinaria semplicità dei dettagli

fotografia minimalistaPer sapere cos’è la fotografia minimalista è opportuno capire che la semplicità non è superficialità. Un semplice soggetto, collocato nel posto giusto e con la luce opportuna, può donare un effetto davvero molto suggestivo ed originale. Dovrai anche metterci del tuo, dando libero sfogo alla creatività ed alla fantasia. Dopo aver individuato il soggetto fai diversi scatti, per capire se puoi tirarne fuori qualcosa di buono o se è il caso di concentrarti su qualche altro elemento. Nel successivo paragrafo ti darò alcuni consigli pratici per capire esattamente cos’è la fotografia minimalista e migliorare la tecnica fotografica.

Consigli pratici per la fotografia minimalista

Per capire cos’è la fotografia minimalista bisogna avere delle conoscenze tecniche. Ti consiglio innanzitutto di fare buon uso della profondità di campo. In questo modo sarà più facile isolare il soggetto dallo sfondo, sfruttando un’apertura del diaframma molto ampia. Dovrai inoltre dare grande importanza ai colori, cercando le tonalità e gli accostamenti che conferiscono maggiore “appeal” alla foto. Una foto minimalista ha l’obiettivo di raccontare una storia, di trasmettere un messaggio. Ciò significa che la foto deve essere semplice, priva di elementi che possano disturbare il soggetto principale.

Esalta al massimo lo spazio negativo e le sfocature, mettendo così in evidenza il protagonista della foto. In linea di massima per le fotografie minimaliste ti consiglio di puntare su sfondi lisci. In alternativa per i paesaggi naturali puoi ricorrere alle sfocature , ma con una certa moderazione. Di fondamentale importanza sono anche i contrasti, in modo da creare uno stacco evidente. Molto spesso i colori che sembrano stonare tra di loro, sono proprio quelli che garantiscono il miglior contrasto. Occhio infine alle linee, che devono essere naturali per permettere allo spettatore di guardare la foto senza artifizi. Ricordati sempre di metterci un tocco personale per dare maggiore emotività alla foto. Ora sai cos’è la fotografia minimalista, hai già pensato al tuo prossimo soggetto da immortalare?

Condividi questo articolo