tecniche foto astratte

Guida alle tecniche della fotografia astratta

Che tu sia un fotografo professionista o amatoriale, sicuramente sarai sempre alla ricerca di nuovi soggetti, nuovi panorami o nuovi paesaggi da fotografare. Tuttavia potresti avere una crisi di immaginazione, e non trovare più nessuna fonte di ispirazione per le tue foto. Non ti preoccupare, è naturale avere ogni tanto qualche “vuoto” di fantasia e di creatività. Nei poeti si tratta della cosiddetta “sindrome da foglio bianco” ma si può superare facilmente, basta guardare le cose da un altro punto di vista e rompere gli schemi. In questo articolo ti fornirò una guida alle tecniche della fotografia astratta, che richiederà mente aperta ed una lunga esplorazione dello spazio circostante.

Guida alle tecniche della fotografia astratta: i riflessi e lo zoom

La guida alle tecniche della fotografia astratta inizia con l’analisi dei riflessi, che possono offrire un’immagine distorta ed alternativa della realtà. La ricerca del riflesso è una tecnica perfetta per ricreare una fotografia astratta, poiché ricrea immagini che altrimenti non esisterebbero. Pensa ad esempio all’albero che si riflette in un lago, oppure al riflesso di una persona in una pozzanghera d’acqua. Basta guardarti intorno, sei circondato da oggetti riflettenti: specchi, vetri, finestre, mare, laghi, fiumi, ecc. Come vedi è sufficiente ampliare le proprie vedute per trovare soggetti astratti.

tecniche foto astratteLa guida alle tecniche della fotografia astratta continua con lo zoom, che può essere utilizzato in un modo molto interessante. Mentre scatti una foto non devi fare altro che cambiare la lunghezza focale dell’obiettivo, ottenendo una sorta di “effetto tunnel” con le linee che sembrano spostarsi dal centro verso i bordi dell’immagine. Scegli una velocità di otturatore di 1/10, muovendo rapidamente lo zoom mentre scatti la foto per un effetto surreale ed emozionante.

Il panning ed il fuori fuoco

Altra tecnica molto interessante della fotografia astratta è il panning, che tiene fermo un soggetto in movimento mentre lo sfondo risulta mosso. La velocità dell’otturatore va impostata tra 1/10 e 1/60 di secondo, e dovrai cercare di seguire con la fotocamera il soggetto in movimento. Questa tecnica richiede un po’ di pratica, ma dopo un po’ di esperienza sarai in grado di maneggiarla con una certa padronanza.

Infine il fuori fuoco consente di ottenere delle foto sfocate, ricordando vagamente i quadri impressionistici. Non devi fare altro che disattivare l’autofocus e mettere manualmente il fuori fuoco. Ti consiglio di fare più prove ed esperimenti prima di scattare la foto definitiva. Si conclude la guida alle tecniche della fotografia astratta, hai già avuto qualche idea brillante per scovare nuovi soggetti e posti da fotografare?

Condividi questo articolo