tecniche fotografia

Tecniche fotografiche: quali dovrebbe conoscere un bravo fotografo?

Come catturare perfettamente i colori di un paesaggio naturale? Evitare gli antipatici e poco estetici riflessi delle luci? Far risaltare un soggetto predominante rispetto a tutto l’ambiente circostante? Per rispondere a questo domande devi essere in grado di padroneggiare tutte, o almeno una buona parte, delle principali tecniche fotografiche. L’effetto bokeh, la regola dei terzi ed il panning sono alcune delle più famose che andremo ad analizzare in questo articolo. Padroneggiando perfettamente queste tecniche sarai in grado di personalizzare ulteriormente il tuo scatto, perfezionando le tue foto e riducendo al minimo ogni margine di errore.

Tecniche fotografiche da conoscere: l’effetto bokeh

L’effetto bokeh, presente anche nei moderni smartphone, è una delle tecniche fotografiche più diffuse. Bokeh è un termine di derivazione giapponese ed indica una tecnica utilizzata per ottenere un piacevole e suggestivo effetto sfocato. Il segreto di un perfetto effetto bokeh è il corretto utilizzo della profondità di campo dell’obiettivo. Risulta di fondamentale importanza l’apertura del diaframma, poiché a bassi rapporti focali corrisponde una minore profondità di campo e viceversa. I teleobiettivi ed i macro-obiettivi sono gli strumenti migliori per conseguire questo speciale effetto.

La regola dei terzi

Particolarmente interessante è la regola dei terzi, secondo la quale all’immagine va sovrapposto un reticolo composto da due linee verticali e due linee orizzontali perfettamente equidistanti tra di loro. L’immagine viene praticamente suddivisa in 9 sezioni uguali. La parte centrale si chiama sezione aurea ed è delimitata da quattro punti di intersezione delle linee. Dopo aver guardato il centro dell’immagine l’occhio si concentra proprio sui punti di intersezione delle linee (punti di forza e punti focali). Il soggetto principale della foto deve quindi essere collocato sulle linee di forza, generalmente su quelle verticali. Sulle linee di forza orizzontali vengono solitamente posizionati gli orizzonti ed i piani di prospettiva nelle foto paesaggistiche.

La tecnica del panning

tecnica panningPer catturare un soggetto in movimento devi utilizzare correttamente la tecnica del panning. L’obiettivo è fotografare l’oggetto in movimento in maniera nitida, senza però perdere l’effetto dinamico della foto. Secondo le regole del panning devi iniziare a seguire il movimento del soggetto prima di premere il pulsante di scatto. In questa fase è di fondamentale importanza il tempo di esposizione. Se è troppo lungo rischia di sfocare eccessivamente il soggetto. Diversamente se è troppo corto eliminerebbe l’effetto dinamico del soggetto in movimento e dello sfondo. Sperimenta diversi tempi di esposizione per trovare quello che ti dà l’effetto migliore.

Star Trails: come fotografare le stelle

Se provi a fotografare un cielo stellato la foto probabilmente risulta sfocata o con scie luminose esteticamente poco gradevoli. Per dare un tocco artistico in più ti consiglio di utilizzare la tecnica dello Stair Trails che consente di scattare bellissime foto del cielo stellato. La messa a fuoco ricopre un ruolo fondamentale, quindi assicurati di puntare l’obiettivo verso una stella molto luminosa. La luna non deve mai entrare nell’inquadratura, poiché la sua luce offuscherebbe quella delle stelle. Per un risultato apprezzabile il tempo di esposizione deve essere molto lungo.

La tecnica del contre jour

La tecnica del contre jour permette di scattare foto molto suggestive che sfruttano la luce alle spalle dei soggetti inquadrati. Il risultato finale è un’immagine caratterizzata da zone chiare e zone scure che mettono in risalto le forme del soggetto principale.

Condividi questo articolo