tavoletta-grafica

Il fotoritocco con la tavoletta grafica

Il fotoritocco con la tavoletta grafica permette di usufruire di uno strumento grazie a cui tutte le operazioni diventano molto più veloci, ma non per questo meno precise. La tavoletta grafica può prendere il posto del mouse o, semplicemente, affiancarlo, a seconda delle abitudini e dei gusti; si tratta di un dispositivo che si caratterizza per la presenza di una superficie attiva al di sopra della quale può essere fatta scorrere una penna con la quale gestire il movimento del puntatore e i suoi spostamenti sullo schermo del pc.

Per altro, il fotoritocco con la tavoletta grafica sempre più spesso consente di utilizzare il dito e non la penna; questa è un’opportunità che vale la pena di prendere in considerazione ma che, nella maggior parte dei casi, offre ben pochi vantaggi, perché assicura una precisione inferiore. Un pregio delle tavolette – di qualunque marca siano – è quello di rilevare la pressione esercitata sulla superficie attiva dalla penna. Un altro aspetto importante è che tutte le tavolette mettono a disposizione dei pulsanti che possono essere programmati ed associati a delle funzioni che vengono utilizzate di frequente, come il copia e incolla. In più, sono previsti dei comandi con funzionalità paragonabili alla rotellina del mouse, con cui si può intervenire sul livello dello zoom o far scorrere le pagine.

Perché il fotoritocco con la tavoletta grafica è conveniente

I motivi per cui si può pensare di orientarsi verso il fotoritocco con la tavoletta grafica sono molteplici: il primo è rappresentato, molto semplicemente, dalla comodità, visto che adoperare una penna è più naturale e più facile rispetto all’utilizzo di un mouse. Chiaramente, la penna offre un livello di precisione che il mouse non sarà mai in grado di garantire.

Sono tante le operazioni di fottavoletta-graficaoritocco che lo dimostrano; che si tratti di trascinare le curve di un grafico per lavorare sul contrasto, di utilizzare il timbro clone con lo scopo di modificare i difetti della pelle in un primo piano o di ritagliare un’area di una foto, il fotoritocco con la tavoletta grafica è decisamente più pratico. La velocità è un aspetto particolarmente importante, anche perché si traduce in un lavoro meno faticoso e, quindi, più piacevole. Con una tavoletta, per esempio, una faccia in un ritratto può essere mascherata per fare in modo che i contorni della pelle risultino più morbidi; il risultato è pari a quello che si otterrebbe agendo direttamente sull’immagine.

Condividi questo articolo