Macchine fotografiche Mirrorless: caratteristiche e curiosità

Avete mai sentito parlare di mirrorless? Si tratta di un tipo di macchine fotografiche molto recenti che nascono dal mix in perfetto equilibrio tra digitale ed elettronica, nate per la primissima volta in tempi addirittura antecedenti alle reflex. Il nome mirrorless fa riferimento al fatto che sono sprovviste di specchio; sono definite CSC, Compact System Camera.

Sono fotocamere a obiettivi intercambiabili che vennero messe in secondo piano con l’arrivo prepotente sul mercato delle reflex, sicuramente più vantaggiose. Le mirrorless però, a differenza di queste ultime, sono molto meno ingombranti per peso e dimensioni: questo permette di avere delle macchine trasportabili, una qualità molto importante per chi decida di acquistare un nuovo dispositivo con l’idea di poterlo portare in viaggio. E’ dunque vero che peso e dimensioni vanno incontro agli aspiranti fotografi, ma quando si pensa a un viaggio bisogna anche ricordare che questa macchina fotografica prevede obiettivi che non sono affatto compatti e piccoli. Il problema legato agli obiettivi non è infatti da sottovalutare: se si considera l’aumentare della vostra esperienza con l’abilità di fotografia, dobbiamo mettere in preventivo l’acquisto di uno o più obiettivi e questo comporterà una maggiore difficoltà di trasporto durante i trip in giro per l’Italia o per il mondo, e in questo aspetto sono molto simili alle reflex. Ma anche in questo caso si tratta di una scelta prettamente personale.

 

Macchine fotografiche Mirrorless 2MIRRORLESS: pro e contro

Il punto di forza di queste macchine è la possibilità di montare quasi tutti gli obiettivi, affidandosi in alcuni casi ad adattatori appositi. Se cercate di imparare al meglio come approcciare in modo diretto il mondo della fotografia, questa fotocamera e la svariata quantità di obiettivi che può usare, vi permetterà di divertirvi a 360°.

Quasi tutti i modelli però dispongono delle focali ma quelle in formato Micro 4/3 dispongono senza dubbio del corredo più completo; in alcuni casi troverete anche zoom ad ampia escursione, come accade per le reflex. La qualità di immagine però è estremamente elevata, poiché sono quasi tutte dotate di sensori di dimensioni medio-grandi, Micro 4/3 o APS, anche se presenta un autofocus inferiore per sensibilità e rapidità rispetto alle stesse reflex, che come capirete sono il modello di riferimento per valutare al meglio le qualità di queste macchine. Una mirrorless è quindi perfetta per chi voglia disporre di una fotocamera pratica e con buone potenzialità, ma è abbastanza complicato definirla una macchina economica: alcune mirrorless con obiettivo può essere acquistata a poco più di 300 € ma tendono sempre a costare più delle reflex davanti a una parità di modello e caratteristiche.

Nota dolente delle mirrorless però è la mancata presenza di un mirino, un grosso svantaggio quando si cerca un soggetto da fotografare in esterna; si tende a vedere molto poco negli schermi migliori e non si vedrà nulla in quelli di media qualità. Alcuni modelli presentano un mirino elettronico, che può essere anche opzionale e sarà pagato a caro prezzo: tende inoltre a essere molto lento qualora decidiate di cimentarvi negli scatti a raffica, oppure quando il soggetto da immortalare è in movimento. L’elettronica non riesce ad essere sempre abbastanza veloce per permettervi di avere una percezione ottimale in tempo reale del vostro lavoro.

 

CARATTERISTICHE DELLE MACCHINE MIRRORLESS

  • Hanno obiettivo intercambiabile con sensori di diverse misure;
  • Possono avere mirino elettronico;
  • Possono essere usate in completo automatismo.

Macchine fotografiche MirrorlessI sensori delle mirrorless sono di diverse dimensioni; generalmente queste fotocamere sembrano delle compatte senza mirino, oppure dotate di un mirino elettronico, mentre altri modelli richiamano, come detto, le reflex per forma, peso e dimensioni.

Gli obiettivi delle mirrorless si possono cambiare senza alcun problema di applicazione tra diverse marche e tipologie, questo perché vi sarà possibile applicare semplici adattatori per soddisfare le vostre esigenze. Hanno una velocità operativa abbastanza alta per quanto riguarda l’accensione, ma vi è ritardo di scatto e di memorizzazione, con l’autofocus che ha finalmente ottenuto recenti migliorie. Bisogna infatti dire che in principio queste macchine sfruttavano un autofocus a rilevamento di contrasto che si presentava in modo tutt’altro che rapido; tali limiti sono stati superati proprio perché causavano intoppi sia nella fase di messa a fuoco dei soggetti sia nelle foto a raffica. Con l’arrivo sul mercato di nuovi modelli ora le mirrorless garantiscono una velocità di messa a fuoco simile a quanto offerta dalle reflex, senza però avere problemi di taratura ottico-meccanica. Ad oggi sono perciò capaci di mettere a fuoco anche un soggetto in movimento, mantenendolo a fuoco anche in una fase di inseguimento.

Non è da sottovalutare l’importanza data dal mirino che, quando è presente, è elettronico: permette di vedere in anticipo l’effetto della foto, concedendo la possibilità di effettuare eventuali correzioni sullo scatto. Per quanto riguarda invece i video, hanno riprese video Full HD (pari a 1920×1080 pixel), oppure a 4K (3840×2160 pixel), con possibilità di regolazione manuale.

Possiamo concludere dicendo che le mirrorless sono adatte a qualsiasi uso, anche professionale, ma per sentirvi completi dovrete acquistare almeno un paio di obiettivi che hanno peso ed ingombro limitato.

I prezzi variano dai 300 € fino a oltre 3.000.