,

La macrofotografia

coccinelle su foglia

La macrofotografia  fa riferimento a una delle tecniche più interessanti e affascinanti che possiate mai sperimentare all’interno del vasto settore fotografico, anche e soprattutto se siete fotografi amatoriali. Il uso scopo è quello di  permettere a ogni fotografo di ottenere immagini di soggetti molto piccoli puntando su forti rapporti di ingrandimento.

COME INIZIARE

Intorno a voi vi è un vasto mondo che attende solo di essere scoperto anche attraverso la macrofotografia: la natura, gli insetti, i fiori con i loro colori decisi e forme armoniose sono il soggetto perfetto per iniziare a mettersi alla prova. Per prima cosa bisognerà procurarsi alcuni materiali utili per la macrofotografia, come per esempio un anello di inversione, dei tubi di prolunga o delle lenti aggiuntive close-up che dovrete andare ad applicare al vostro obiettivo. Con questo tipo di scelta andrete a spendere meno rispetto alla scelta di affidarsi a un obiettivo macro che disponga di un rapporto di ingrandimento 1:1. Tale valore indica che il soggetto sul fotogramma ha la stessa dimensione dell’originale). Ovviamente è impossibile generalizzare, poiché il prezzo base di un obiettivo macro dedicato varia a seconda della sua lunghezza focale.

Nel momento dell’acquisto però dovrete tenere bene a mente un paio di cose: prima di tutto che per fotografare un soggetto fermo potrete affidarvi a un obiettivo di 40 o 50 mm, ma quando volete immortalare insetti evitando di farli scappare dal vostro avvicinamento, sarà meglio optare per un 90 mm che assicurerà una certa distanza tra voi e il soggetto. Spesso anche un 90 mm potrebbe risultare troppo corto rispetto alla distanza richiesta, ma si tratta di un valore sufficiente, soprattutto se il budget a vostra disposizione non è elevato, poiché puntando su un 150-180 mm il costo salirebbe a dismisura.

MACROFOTOGRAFIA: CARATTERISTICHE

A questo punto, per conoscere meglio questa tecnica dobbiamo chiederci una sola cosa: quali sono gli elementi e le caratteristiche fondamentali per ottenere una buona fotografia?

  1. Per prima cosa dovrete valutare con cura la composizione, poiché maggiore sarà la cura e migliore sarà lo scatto;
  2. Non dimenticate la messa a fuoco e il micromosso, scegliendo sempre un cavalletto come alleato qualora vi troviate in una scena dove la luce scarseggia;
  3. Optate sempre per tempi di esposizione lunghi e ricordate che quando si parla di macrofotografia si tende spesso a perdere il concetto di profondità di campo, in modo particolare quando si usano anelli di inversione.

Ricordate inoltre che per realizzare una fotografia macro sia le fotocamere reflex, che le bridge, le mirrorless o le compatte evolute saranno considerate idonee.

MATERIALI UTILI

Abbiamo elencato i consigli utili per realizzare questo tipo di fotografia, ma non possiamo dimenticare l’importanza di alcuni materiali fondamentali per la buona riuscita dei vostri scatti macro.

Come detto vi sono i tubi di prolunga che hanno la tendenza a diminuire la zona a fuoco e anche la profondità di campo; per questo vanno sempre avvicinati al soggetto in modo da aumentare la messa a fuoco, ma è sempre meglio poter posizionare la fotocamera su un treppiede. Tra gli accessori poi troviamo gli anelli di inversione i quali vi permetteranno di montare un obiettivo capovolto: il problema? E’ vero che potrete sicuramente conquistare maggior ingrandimento, ma perderete anche la profondità di campo.

Le lenti addizionali close-up invece sono sconsigliate solo perché faranno perdere l’alta qualità  dell’immagine; potrete facilmente trovarle sul mercato a un prezzo medio di 60 euro. Come ultimo accessorio utile non possiamo non citare le luci e i pannelli riflettenti che saranno utili in ogni diverso genere fotografico per aumentare la luminosità sul soggetto che vogliamo immortalare.